"Caldo e pioggia danneggiano le colture, pronti a chiedere lo stato di calamità"

Pubblicato da: Pierluigi Fortino In: Sub Category 1 In data: Monday, December 14, 2015 Colpire: 546

Villa Literno - Richiedere lo stato di calamità per gli agricoltori di Villa Literno. Questa l'idea che l'amministrazione comunale guidata da Nicola Tamburrino sta prendendo in seria considerazione dopo una serie di riunioni (l'ultima ieri ndr) con gli imprenditori del comparto agricolo.


Villa Literno - Richiedere lo stato di calamità per gli agricoltori di Villa Literno. Questa l'idea che l'amministrazione comunale guidata da Nicola Tamburrino sta prendendo in seria considerazione dopo una serie di riunioni (l'ultima ieri ndr) con gli imprenditori del comparto agricolo.


Il settore in questi ultimi mesi è stato investito prima dal problema legato al caldo che ha fatto maturare i pomodori, generando problemi nella raccolta con una parte di prodotto lasciata a terra. L'ultimo problema di vaste proporzioni c'è stato sabato quando un violento temporale si è abbattuto sul liternese, provocando altri ingenti danni alle colture già in difficoltà.
Secondo Gennaro Velardo, rappresentante di Italia Ortofrutta, la produzione di pomodori quest'anno è calata del 30%, facendo perdere un volume di affare di "oltre sei milioni di euro". Insomma il problema c'è ed è reale secondo quanto denunciato da amministratori ed associazioni di produttori.
La richiesta di calamità naturale potrebbe arrivare già in mattinata quando dall'amministrazione partirà una relazione dettagliata inviata alla Regione Campania.